Bologna: sulla terrazza di San Petronio al calar della sera

 

La Torre degli Asinelli dalla terrazza di San Petronio

Qualche giorno fa siamo passati quasi per caso in piazza Galvani e abbiamo notato una piccola fila sul retro di San Petronio. Immediatamente ci siamo ricordati di non essere mai saliti sulla terrazza della Basilica. Colmare questa mancanza e vedere la città da questo meraviglioso punto di osservazione si è rivelata una magnifica idea.

Il montacarichi per salire sulla Terrazza di San Petronio

Il tempo di compilare la registrazione, pagare il biglietto e aspettare il nostro turno per l’ascensore e ci siamo ritrovati ad ammirare la città da 54 metri di altezza. Io avrei preferito utilizzare i gradini del ponteggio ma il selvaggio e il maritozzo non si sono fatti scappare l’occasione per un giro sul montacarichi, opzione a dirla tutta preferita anche dalle fanciulle.

Bologna, San Luca dalla terrazza di San Petronio

Non appena giunti sulla terrazza non si può non guardare la Torre degli Asinelli e cercare di dare un nome ai palazzi, alle chiese e alle cupole che lo sguardo incontra. Ma, per me almeno, la vista più emozionante, complice probabilmente la sera appena giunta a sostituire il giorno, è stata quella verso San Luca. Il Santuario sul colle della Guardia avvolto dagli ultimi attimi del tramonto è a dir poco meraviglioso! La terrazza alla sera offre uno spettacolo che merita di essere ammirato ma credo proprio che noi torneremo per vederlo anche di giorno.

L’ingresso costa tre euro e i bambini sotto i dodici anni non pagano. Il biglietto si acquista direttamente all’ingresso. Per gli orari è sufficente consultare il sito della basilica. L’accesso alla terrazza è consentito a non piùdi 25 persone per volta e i proventi delle visite contribuiscono a finanziare i lavori di restauro. 

Bologna, vista su San Luca dalla terrazza di San Petronio
Seguitemi e condividete se vi va
Potresti leggere anche:

2 pensieri riguardo “Bologna: sulla terrazza di San Petronio al calar della sera

  1. Quest’anno è stato l’anno, per me, di Bologna: ci sono stata un paio di volte e mi sono fermata un paio di notte. In questo modo ho potuto conoscere meglio una Bologna meno turistica.

    Ma sai che non sapevo che si potesse salire sulla terrazza di San Petronio? Anzi, non sapevo proprio di una terrazza! Le visite sono per caso gestite dall’Assaciazione Bologna Storica e Archeologica? Perché con loro, io ho avuto la possibilità di salire sul campanile della cattedrale metropolitana di San Pietro e col ricavato, si occupano del restauro della relativa chiesa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *